Vivinfvg.it

Blog di viaggi e vacanze italiane

Home » Cosa mangiare a Napoli: i migliori alimenti da consumare nella capitale partenopea

Cosa mangiare a Napoli: i migliori alimenti da consumare nella capitale partenopea

Napoli è una delle città più belle d’Italia e, sicuramente, una delle mete turistiche più affascinanti e ambite in tutto il mondo. L’immenso patrimonio culturale della culla della civiltà partenopea si manifesta attraverso una serie di bellezze paesaggistiche, artistiche e storiche; Napoli però non è soltanto un centro storico di grandissimo valore, che permette di dipingere perfettamente la realtà storica partenopea, ma anche un luogo vivo e ricco di cultura, scambio interculturale e – anche – tanto cibo. In effetti, se si guarda agli interessi più importanti sui motori di ricerca e sulle piattaforme online, non si nota soltanto una grande attenzione a proposito di dove giocare per vincere soldi, ma anche relativamente alle “attrazioni culinarie” che possono essere sperimentate a Napoli. Ma quali sono i migliori alimenti da consumare nella capitale partenopea?

Pizza

Non si può non considerare una panoramica relativa ai migliori alimenti da consumare nella capitale partenopea se non si include la pizza, che rappresenta un vero e proprio patrimonio culturale per la città di Napoli e non solo. All’interno della città di Napoli la pizza può essere consumata praticamente in qualsiasi modo, attraverso tutte le possibili varianti della classica pizza napoletana che viene reclamata da numerose pizzerie, per quel che concerne la ricetta originale del famoso alimento tipico della città di Napoli.

Che la pizza la si consumi nella sua forma originaria di margherita, con mozzarella, pomodoro e basilico, o in tantissime variazioni che sono proposte nella cultura napoletana, l’effetto risultante sarà sempre lo stesso: un trionfo del gusto e delle papille gustative; tra i possibili modelli di pizza che possono essere gustati all’interno della città di Napoli non mancano la celebre pizza fritta e la pizza a portafoglio, che permette di consumare la propria pizza preferita in una versione in miniatura dal gusto concentrato e dal costo altamente accessibile. 

Sfogliatella (riccia e frolla)

Un dolce incredibilmente celebre all’interno della cultura napoletana, nonché simbolo della città di Napoli, è sicuramente la sfogliatella. Questo dolce incredibilmente gustoso, anche in questo caso proposto in più forme differenti, può essere consumato praticamente ovunque, grazie al numero molto elevato di pasticcerie, bar e piccoli chioschi in cui la sfogliatella può essere acquistata. Chiaramente, per quanto riguarda questo dolce specifico, molto è dettato dal gusto personale e dalla propria soggettività, dal momento che alcune persone amano la sfogliatella riccia, mentre altre preferiscono la sfogliatella frolla.

La differenza è data dalla composizione della sfogliatella in sé, oltre che dal modo in cui questi stessi dolci sono realizzati; in ogni caso, la sfogliatella è sicuramente il simbolo culinario più importanti che possano essere consumati nell’ambito della città di Napoli. Si tratta del modo migliore per immergersi nella cultura napoletana e, soprattutto, della nota più dolce e gustosa che possa essere consumata.

Pastiera

Da un dolce all’altro, dalla sfogliatella si passa alla pastiera; si tratta del dolce simbolo della tradizione pasquale nella realtà napoletana, per cui sono raccontate diverse leggende e, soprattutto, storie mitiche che siano in grado di raccontare il perché di una ricetta apparentemente così semplice ma, allo stesso tempo, gustosa e ricca di valore. 

La pastiera può essere preparata attraverso diverse ricette, alcune tra le quali prevedono la presenza anche di crema pasticciera e l’assenza di cedro o canditi: la ricetta originale, comunque, prevede sicuramente la presenza di grano, fiore d’arancio e canditi. Anche in questo caso tutto dipende dal gusto e dalla capacità di addentrarsi nella cultura napoletana in modo preciso, attraverso la coesistenza tra due fattori: la tradizione da un lato e le papille gustative, la soggettività e il proprio gusto personale dall’altro. Con la pastiera sicuramente si mangerà uno dei dolci più famosi in tutta Italia e non solo, dal momento che non è soltanto relegato nell’ambito della cultura napoletana. 

Alma

Torna in alto