Cemur, Picon, Castelmonte e la Chiesetta dei tre Re

Dalla pianura cividalese, guardando le Valli del Natisone, lo sguardo si ferma su un bianco nido d’aquila appoggiato sul cucuzzolo di uno dei monti boscosi a destra del Mataiur. Per lunga consuetudine tutti i friulani, e  isontini e giuliani e veneti, sanno che quella è la principale meta dei pellegrinaggi, dei voti, degli ex-voto, dei pensieri meditativi, mistici ed eremitici della popolazione di un’intera regione… Castelmonte. Tipo di percorso: non presenta difficoltà tecniche, ma in certi punti, soprattutto dopo Picon, è faticoso; un minimo di allenamento ci vuole. Durata: un’ora e mezza al santuario e una mezz’oretta alla chiesetta; al ritorno, si sta un po’ meno. A cura di Brunello Pagavino.



Guarda il Sentiero “Cemur, Picon, Castelmonte e la Chiesetta dei tre Re” sul nostro sito